intestazione


Caterina Farnese, Principessa e Carmelitana


L'attuale collocazione dell'affresco, alle spalle dell'altare principale e sopra il Tabernacolo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


La storia dell'affresco - 4. Una nuova fioritura 

Via la polvere!

La collocazione dell'immagine mariana non poteva essere migliore, ma... la devozione popolare verso Santa Maria Bianca - forse anche in seguito ai tanti spostamenti conosciuti dall'affresco nella sua storia recente - non era più quella del passato. Sul bel dipinto il tempo aveva posato troppa polvere.

Dunque, via la polvere! Negli anni '80 del '900 pensammo di ridare lustro alla nostra Maria Bianca: prima di tutto, in senso letterale. Seguendo il consiglio di esperti e con la supervisione della Sovrintendenza ai Beni Artistici, affidammo l'affresco alle cure del professor Massimo Maria Peron di Tradate (Varese) che, attraverso un felicissimo restauro, ha ridato all'opera nuovo decoro e bellezza (1988).

I segni di una nuova fioritura

In concomitanza con il restauro materiale abbiamo pubblicato un opuscolo con la storia dell'affresco, ricostruita attraverso i documenti a nostra disposizione; e abbiamo registrato alcuni piccoli ma significativi eventi nei quali ci è piaciuto «leggere» il desiderio della Vergine di veder rifiorire l'antica devozione: così ci siamo adoperate perchè il culto sia ripristinato anche dal punto di vista canonico e liturgico.

Pertanto abbiamo ottenuto che la Madonna venerata con il titolo di Santa Maria Bianca goda di una celebrazione liturgica specifica, elevata al titolo di solennità. La scelta della data è caduta sul 4 gennaio: si direbbe che la Madonna abbia voluto essere collocata, proprio come suggerisce l'affresco, accanto alla solennità dell'Epifania e a quella di Sant'Ilario...

Inoltre in questo bel giorno, ancora tutto permeato dell'atmosfera natalizia, una tradizione recente ma già ben radicata vuole che venga celebrata una solennissima Eucaristia alla quale sono invitati tutti i bambini che, alla fine, sono benedetti e affidati alla Vergine.

La Madonna ringrazia sempre

Un classico della tradizione popolare cristiana è la riconoscenza che la Madre di Dio è solita dimostrare allorchè una sua immagine viene restaurata e riproposta al culto.

E Santa Maria Bianca non ha fatto eccezione: dopo il restauro e il ripristino del culto, la nostra chiesa ha conosciuto un notevole incremento delle frequenze, mentre con gioia abbiamo preso atto che l'immagine ha rimesso in vigore la sua attività taumaturgica in favore delle maternità difficili.

Che il sorriso della Madonna Bianca si posi anche su di te che stai navigando nel mare di internet e in quello della vita.

Caterina Farnese, Principessa e Carmelitana